Perché al giorno d’oggi l’ignoranza è una scelta?

Perché al giorno d’oggi l’ignoranza è una scelta?

Siamo costantemente connessi: computer, cellulare, un mare di notifiche e abbiamo accesso illimitato a praticamente tutto lo scibile umano come mai in nessun’altra epoca nella storia dell’uomo. L’unica limitazione? Siamo noi.

Uno dei punti più importanti per trovare lavoro è senza dubbio l’istruzione. Ognuno di noi ha sicuramente un apprendistato, chi è più fortunato l’università. Ma questo può essere il passaporto per avere un contratto di lavoro? Certo che no, in sostanza sarai solo uno delle migliaia di possibili candidati con lo stesso titolo di studio. Tutti uguali, indistinguibili per un selezionatore, come puoi sperare di emergere?

Io ad esempio sono stato due volte in disoccupazione: la prima volta per 3 mesi, quando ancora non c’era la libera circolazione, e l’ultima volta per sole 2 settimane. Nemmeno il tempo di fare le carte ed avevo già un contratto in mano con una multinazionale e con uno stipendio di tutto rispetto. Come ho fatto? Un misto di soft skill, formazione continua e voglia di imparare. Quando nella rosa dei candidati sei quello con la maggior formazione e ti sei presentato in maniera impeccabile, l’assunzione diventa quasi una certezza.
Nonostante questo molti continuano a considerare la formazione continua un optional o peggio una seccatura. Invece dovrebbe essere vista come un’evoluzione personale, qualcosa che può avvantaggiarti sugli altri, non solo nell’ottica della ricerca del lavoro, ma anche nella vita. Altri invece si lamentano del poco tempo o della mancanza di risorse per formarsi.

Questi sono solo punti di vista, o peggio delle scuse, perché come dice Donald Miller “Nell’era dell’informazione, l’ignoranza è una scelta”. Infatti grazie a internet abbiamo a disposizione una miniera di informazioni sia gratuite che veramente a basso prezzo, ma che potrebbero fare la differenza. Non ci credi? Te ne elenco alcune!

Imparare le lingue con una App
Quante volte ho sentito dire “Vabbè dovrei imparare il tedesco, ma…” e poi elencano una serie di scuse. Pure io dovevo impararlo e avevo poco tempo la sera, così mi rivolsi alla tecnologia e provai Babbel. Ora parlo fluentemente altre 4 lingue, tutto questo dal display del mio cellulare, senza un solo corso, e con un pizzico di coraggio quando dovevo utilizzarle realmente.
Io personalmente ho usato Babbel, ma ce ne sono molte altre, come Duolingo e Busuu.
Veramente dirai ancora che non hai tempo per imparare le lingue?

Cerca blog e profili di guru del tuo settore
Usare i social o Google per trovare le notizie sulla tua squadra, l’ultimo gossip di Temptation Island va bene. Ma lo puoi sfruttare anche per approfondire le conoscenze nel tuo settore o imparare nuove skill. Devi sono rimboccarti le maniche e cercare! In rete è pieno di grandi professionisti che regalano molte delle loro conoscenze in cambio di visibilità. Sfrutta questa cosa a tuo favore, leggi, informati e impara! Anche se queste cose non ti daranno un titolo di studio, al momento del colloquio si capirà che sei un esperto del tuo settore.
Quindi impara a leggere i blog più autorevoli, segui i profili social e partecipa ai gruppi Facebook del tuo settore. È gratuito, perché non farlo?

Sfrutta i tempi morti con i corsi online
Un’altra grande risorsa sono i corsi online. Addirittura esistono piattaforme come Udemy che ne offrono migliaia a prezzi che partono da poche decine di franchi.
Grazie a queste app sfutto tutti i tempi morti, come il tragitto casa-lavoro, per imparare nuove nozioni. È un modo molto costruttivo di sfruttare le ore che passiamo al volante, al posto di gettarle via ascoltando programmi radio di cui ci scorderemo appena scesi dalla nostra macchina.
Puoi trovare realmente di tutto, dal semplice corso Excel fino ad un intero MBA o a come fare una presentazione perfetta. Sali in macchina, ti ascolti le lezioni e a casa fai i test. Comodo, vero?
Oltre ad Udemy, puoi trovare centinaia di corsi indipendenti per praticamente qualsiasi settore, quindi sarebbe veramente un peccato non sfruttare questa possibilità, non pensi?

Non aspettare, comincia ad imparare subito!
L’ideale sarebbe utilizzare i canali che ho elencato sopra in modo complementare con dei percorsi formativi presso un istituto come SUPSI, SIC o SIG ad esempio. Ma non tutti hanno la possibilità di farlo, quindi darsi da fare almeno nei ritagli di tempo grazie alle nuove tecnologie può fare realmente la differenza.
Altro consiglio: non aspettare ad essere disoccupato per formarti, è già troppo tardi! Pensa a formarti mentre hai un impiego. Ti renderai sempre più indispensabile sul tuo un posto di lavoro e sarai già pronto con un bagaglio di conoscenze adeguato in caso di disoccupazione.
Cosa stai aspettando? Comincia subito ad imparare cose nuove!

Autore: Simone Vannucci

Articolo

One thought on “Perché al giorno d’oggi l’ignoranza è una scelta?

  1. Dania on

    Ciao io ho unito l utile al dilettevole;ho trovato un posto di lavoro come badante e guarda caso l utente parla tedesco (94 enne che farebbe la barba a molti)Quindi mentre lavoro parlo tedesco e vedo che questa lingua mi è ogni giorno più familiare?

Lascia un commento