Nessuna possibile collaborazione tra Ticino&Lavoro e URC

In data 18.05.2018 il nostro presidente Giovanni Albertini ha incontrato i responsabili delle sezione del lavoro di Bellinzona – URC

Durante l’incontro ci siamo chinati sui risultati del sondaggio da noi effettuato e su alcune nostre richieste:

Coinvolgere alcuni disoccupati sullo sviluppo del progetto Ticino&Lavoro: non possibile

Partecipare con Ticino&Lavoro ai POT (programmi occupazionali): non possibile

Allegare i nostri flyer per farci conoscere maggiormente ai datori di lavoro: non possibile

Abbiamo proposto di rendere i POT facoltativi, di ripristinare e promuovere maggiormente i corsi di lingue ++ tedesco, di proporre dei corsi mirati a seconda delle necessità del disoccupato e di sviluppare maggiormente la consultazione – considerazione dei bisogni di chi non ha un lavoro.

ABBIAMO INVITATO INOLTRE A REDIGERE UN FLYER / VIDEO DI SPIEGAZIONE SU QUELLO CHE EFFETTIVAMENTE SVOLGONO GLI URC: CONSULENTI E NON COLLOCATORI PER SPIEGARE ALLA GENTE COSA EFFETTIVAMENTE FANNO! Visto che oggi prevale molta confusione!

News

4 pensieri su “Nessuna possibile collaborazione tra Ticino&Lavoro e URC

  1. Pinoin dataRispondi

    Grazie di tutto per la buona volontà, ulteriore prova della non disponibilità da parte delle autorità a non voler sostenere i cittadini residenti. Guardano solo i loro interessi e salvare il cadreghino! Purtroppo a loro nessuno mai li licenzierà e non potranno provare sulla loro pelle il disagio di coloro che,purtroppo,non hanno più un posto di lavoro!

Lascia un commento